Chi è Enne

Ciao sono Noemi.

Mi firmo Enne, con l'estensione in lettere dell'iniziale del mio nome, quindi Enne sono proprio io.

Ho piantato le mie radici in Toscana ma i petali dei miei fiori sono sparsi per il mondo.

Mi piace definirmi una viaggiatrice, collezionare scatti, tatuaggi sulla pelle ma soprattutto avventure che siano a contatto con persone locali di ogni continente.

Scrivo diari per raccontare le avventure che vivo, facendole diventare eterne e poterle rievocare in qualsiasi momento.
Scrivo di terre Oltreoceano, del mio fascino per l'Oriente e delle mie fughe in Irlanda.

Raccolgo sapori incontrati nel mondo e mi diverto a costruire itinerari semplici, essenziali ma al tempo stesso particolari, per viverli sulla mia pelle in solitaria oppure in compagnia di altri viaggiatori, il mio preferito, il Kili.

Ho sempre amato viaggiare, fin da quando ero piccola e contemplavo le maschere etniche che mia mamma collezionava.

L'anima dei viaggi, però, mi si è palesata, con tutta la sua potenza, in Tanzania, dove ho vissuto da sola e da lì non mi ha più abbandonata.
L'Africa mi ha insegnato ciò che per me rappresenta la vera essenza del viaggio e ha fatto sì che diventasse una splendida ed intoccabile necessità.

Questa essenza, adesso, è incastonata dentro me come una pietra preziosa e ad ogni volo brilla risplendendo forte dentro di me.
L'essenza di cui parlo è quella di riuscire a vivere ogni avventura attraverso tre parole
ascolto, rispetto e curiositas
che cerco di mettere in atto durante i miei viaggi.

Partire è diventato come respirare ed ogni volta mi lascio invadere nel profondo, come un rito sacro, inviolabile.

Credo molto nel magico potere della condivisione e questo mio spazio virtuale, spero mi avvicini proprio a te e favorisca uno scambio di idee, consigli ed ispirazioni che ruotino come satelliti attorno alla parola viaggi e attorno al concetto di viaggiatore.

ASANTE (Grazie, in lingua Swahili)

Enne