Ciao sono Enne.

Mi firmo Enne, con l'estensione in lettere dell'iniziale del mio nome, ma in realtà mi chiamo Noemi.

La mia vita è iniziata il primo giorno dell'anno 1994.
La primogenita di una famiglia unica, meravigliosa.
Mamma Manuela, babbo Loreno e mia sorella Nicla mi hanno sempre sostenuta e guidata nel delirio dei miei sogni.

Sportiva da sempre tanto da fare di una passione un lavoro, bellissimo, speciale, in tutti i sensi.

Nella mia vita sono stata Tecnico delle Attività Motorie in un istituto di riabilitazione psichiatrico.
Lavoro scelto e raggiunto con non pochi sacrifici ma fortemente voluto e follemente amato

Purtroppo il 2020, un anno molto difficile per tutti, ha rotto qualcosa dentro di me e nonostante abbia provato a raccogliere i pezzettini per cercare di rimetterli pazientemente insieme, qualcosa comunque sento che non vuole tornare al suo posto e questo "vaso" non riesco proprio ad aggiustarlo.

La batosta grossa, che ha fatto, per l'ennesima volta, vacillare la mia "integrità" l'ho ricevuta nei mesi di Ottobre e Novembre 2020 quando, in poche ore, mi ritrovo catapultata a lavorare, per una grossa emergenza, in un reparto Covid.

Tutti i pezzettini di quel vaso, giorno dopo giorno, in quei momenti orribili, li ho visti volare via dalle mie mani, lentamente e dolorosamente.

Dopo aver vissuto e (forse) accettato che in quel lavoro tanto amato non mi ci vedevo proprio più, ho deciso di rimettermi ancora una volta in gioco, cercando di uscire dalla visione che avevo di me fino a quel momento e cioè una ragazza con due lauree ed un lavoro a tempo indeterminato nell'ambito che avevo inseguito con tanta passione e con tutte le mie forze

Le mie radici sono piantate in Toscana, tra le foreste di un Parco Nazionale, ma i petali dei miei fiori appartengono al mondo.

Ho sempre amato viaggiare, fin da quando ero piccola e contemplavo le maschere etniche che mia mamma collezionava oppure ascoltavo il nonno raccontare i suoi viaggi.

Ogni mia avventura cerco di viverla davvero intensamente e profondamente perché è proprio nel viaggio che ho trovato il senso della mia vita.

Mi piace definirmi una viaggiatrice, mi piace collezionare scatti, tatuaggi sulla pelle ma soprattutto avventure nel mondo.

La scrittura è sempre stata la forma di comunicazione che più mi piace e con la quale mi sento più a mio agio.

Ho sempre scritto diari, ne avevo uno per ogni occasione e adesso, con questo mio amato blog, che ho costruito tutto da sola, posso dire finalmente di avere un diario a pagine infinite, sempre con me, in giro per il mondo.

Un diario che contiene tanti racconti.
Scrivo di terre Oltreoceano, del mio fascino per l'Oriente e delle mie fughe in Irlanda.

Dalle mie avventure poi faccio nascere itinerari per altri viaggiatori.

Grazie alla collaborazione con Elena e Souri Trip sono Travel Content Creator e quindi scrivo itinerari e organizzo viaggi su misura in collaborazione con agenzie specializzate dislocate nel mondo e creo grafiche digitali.

Per saperne di più ti invito a cliccare i due pulsanti sotto scegliendo in base al tuo interesse

L'anima dei viaggi mi si è palesata, con tutta la sua potenza, in Tanzania e da lì non mi ha più abbandonata .
L'Africa mi ha insegnato ciò che per me rappresenta la vera essenza del viaggio e ha fatto sì che diventasse una splendida ed intoccabile necessità.

Mi ha fatto capire che del viaggio non ne avrei più potuto fare a meno.

Partire ormai, è diventato per me come respirare ed ogni volta mi lascio invadere nel profondo, come un rito sacro, inviolabile

Ho toccato quasi tutti i continenti e la promessa che faccio a me stessa ogni giorno è quella di non smettere mai di viaggiare ma soprattutto di scoprire ed immergermi sempre in culture diverse dalla mia e fare il pieno di sorrisi, di persone...

Dopo aver vissuto circa 2 mesi in Tanzania, ogni tanto mi piace partire da sola per mete che mi richiamano proprio così, in solitaria.

Di solito però volo per il mondo con il Kili, il compagno di vita più paziente ed incredibile che potessi mai desiderare, il mio compagno di viaggio preferito e colui che mi lascia libera di volare, in tutti i sensi, tenendo, però, sempre stretto il filo che mi tiene ancorata a terra

Credo molto nel magico potere della condivisione e questo mio spazio virtuale, spero mi avvicini proprio a te e favorisca uno scambio di idee, consigli ed ispirazioni che ruotino come satelliti attorno alla parola viaggi e al concetto di viaggiatore.

Che nel piccolo mondo di Le Avventure di Enne tu possa trovare, quindi, un luogo di condivisione, racconti di viaggi vissuti profondamente e amore per tutto ciò che è passione pura e potente.

Asante (Grazie, in lingua Swahili)

Enne